News GMT Consulting

18/05/2020: DPCM 17 maggio regole riapertura attività 18 maggio 2020

Disposizioni salute e sicurezza prevenzione Covid per apertura attività al dettaglio ristorazione e cura alla persona

DPCM 17 maggio 2020 riapertura attività fase 2 18 maggio Nuovo DPCM del 17 maggio 2020, recante le misure per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, per la ripresa regolare delle riaperture a partire da oggi 18 maggio 2020 di molte attività del territorio italiano.

Da oggi 18 maggio, viene disposto nei primi punti del decreto che, la totalità degli spostamenti interregionali sono possibili e resi tali senza bisogno di autocertificazioni, ma questi restano necessari per chi esce dalla propria regione, fino al 3 giugno. Il decreto regola inoltre che è “tornato” possibile trovare gli amici e la possibilità di tornare a celebrare collettivamente messe e celebrazioni religiose.

L’accesso ai parchi, ville e giardini pubblici è possibile ma condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramento.
Viene consentita l’attività sportiva / motoria all’aperto sempre nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività.

Per i musei ed altri istituti e luoghi di cultura, di cui all’articolo 101 del codice dei beni culturali e del paesaggio e D.lgs. 22 gennaio 2004, n. 42, viene assicurato accesso da parte del pubblico se proporzionati alle dimensioni e caratteristiche dei locali aperti al pubblico, ed ai flussi di visitatori, le quali devono garantire fruizione contingentata ed evitare assembramenti con rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.

Riapertura 18 maggio attività commerciali al dettaglio e ristorazione disposizioni DPCM 17 maggio

Nel DPCM del 17 maggio particolare attenzione alle attività commerciali al dettaglio e attività di ritorazione.
Viene disposto per le attività commerciali al dettaglio che possono procedere nella riapertura al 18 maggio 2020 se assicurano, in aggiunta alla distanza interpersonale di almeno un metro necessaria per la clientela, che gli ingressi ai locali siano dilazionati e sia impedito di sostare all’interno degli stessi più del tempo necessario all’acquisto dei beni.

Le attività commerciali al dettaglio potranno svolgersi nel rispetto dei contenuti dei protocolli - linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio al nuovo coronavirus nel settore di riferimento o in ambiti analoghi, “adottati dalle regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali e comunque in coerenza con i criteri di cui all’allegato10. Si raccomanda altresì l’applicazione delle misure di cui all’allegato 11”.

Per la ripresa delle attività di bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie; settore attività di ristorazione, sono consentite a “condizione che le regioni e le province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi; detti protocolli o linee guida sono adottati dalle regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali e comunque in coerenza con i criteri di cui all’allegato 10”.

Le attività di mense e catering continuativo su base contrattuale, con distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, continuano ad essere operative. La ristorazione con asporto o con consegna a domicilio, con rispetto delle norme igienico-sanitarie attività di confezionamento e trasporto, restano consentite.


DPCM 17 maggio con riapertura al 18 maggio attività cura alla persona

Per i servizi alla persona consentita la riapertura al 18 maggio se, come disposto dal DPCM del 17 maggio 2020, vi sono regioni e province autonome che preventivamente ne accertino la compatibilità dello svolgimento delle attività in proporzione dell’andamento della situazione epidemiologica Covid nuovo coronavirus nei propri territori.

Altra regola è l’individuazione di protocolli - linee guida applicabili idonei a prevenirne, o quantomeno ridurne, il rischio di contagio Covid-19 per il settore di riferimento o per i settori similari. Queste linee guida e protocolli sono adottati dalle regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali e sono in coerenza con i criteri di cui all’allegato 10; resta fermo lo svolgimento delle attività inerenti ai servizi alla persona già consentite sulla base del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile 2020.

GMT Consulting svolge consulenza salute e sicurezza lavoro protocollo Covid-19 nuovo coronavirus per il rischio biologico specifico per la situazione pandemica in atto. Tutelate la vs azienda, i vs lavotatori ed i clienti disponendo le giuste accortezze e la documentazione a norma di legge. 

Contattateci per maggiori informazioni.

Vi rimandiamo alla consultazione del DPCM-17-maggio-2020-riapertura-attivita-italia , documento pdf comodamente consultabile e scaricabile.

Il DPCM del 17 maggio 2020 è suddiviso per i seguenti articoli:
Art.1 Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale
Art. 2 Misure di contenimento del contagio per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive industriali e commerciali
Art. 3 Misure di informazione e prevenzione sull’intero territorio nazionale
Art. 4 Disposizioni in materia di ingresso in Italia
Art. 5 Transiti e soggiorni di breve durata in Italia
Art. 6 Ulteriori disposizioni in materia di spostamenti da e per l’estero
Art. 7 Disposizioni in materia di navi da crociera e navi di bandiera estera
Art. 8 Misure in materia di trasporto pubblico di linea
Art. 9 Ulteriori disposizioni specifiche per la disabilità
Art. 10 Esecuzione e monitoraggio delle misure
Art. 11 Disposizioni finali

Il DPCM è poi inteso rispetto alle singole disposizioni attuative disposte dalle competenze amministrative territoriali. 

A tal proposito si rimanda al testo della nostra ultima news sui provvedimenti contenuti nell'Ordinanza di Regione Lombardia n. 547 : Lombardia regole valide sul territorio regionale fino al 31 maggio 2020 per riapertura in sicurezza attività economiche e produttive


Tutte le news

Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'