Stress lavoro-correlato, obbligo di Legge e opportunità

consulenza valutazione rischio stress milanoCosto o opportunità?

Il 17 novembre 2010 La Commissione Consultiva Permanente per la Salute e Sicurezza sul Lavoro ha approvato le linee guida necessarie per la valutazione del rischiostress lavoro-correlato” , ex artt. 6, c. 8, l. m-quater, e 28, c. 1-bis, D.lgs. n. 81/2008, rendendo quindi operativo l’obbligo di Legge della valutazione anche di questo rischio.

 

Un aumento dei costi? no!

In questo momento non certo facile per l’economia e le imprese, cosa c’è di più importante del fattore umano? È proprio quello che può fare la differenza!
Infatti, una buona valutazione dei rischi, in generale, porta quasi sempre a dei miglioramenti dei processi, degli ambienti di lavoro, e, in particolare per il rischio stress, ad un miglioramento delle condizioni di lavoro delle persone.

Più l’azienda è grande e strutturata, maggiori saranno i benefici di una buona valutazione; fusioni, acquisizioni, incorporazioni, sono altri fattori che mettono a dura prova le persone, e costituiscono una potenziale fonte di stress.
Gli studi europei più recenti parlano di un ritorno di circa 13,6 Euro, per ogni Euro investito dalle aziende in programmi di valutazione, prevenzione e gestione dello stress lavoro correlato.
 
Una grande opportunità quindi!

Nelle aziende già di medie dimensioni, e particolarmente nelle grandi “Corporate”, GMT Consulting propone valutazioni del rischio stress particolarmente accurate, ed eseguite con la collaborazione di professionisti e psicologi del lavoro, in grado di cogliere aspetti e particolari che sfuggirebbero ai “normali” tecnici della sicurezza.
E una volta individuati punti di forza e criticità? dopo la Valutazione, GMT Consulting Vi supporterà nell’individuare le più efficaci azioni migliorative per la Vs. Azienda, e ad applicarle con successo, aiutandovi nel raggiungere obiettivi come:

  •  Ottimizzazione dei processi aziendali;
  •  Ottimizzazione degli ambienti di lavoro, e dell’utilizzo delle strutture;
  •  Maggiore soddisfazione e motivazione di lavoratori e middle management;
  •  Miglioramento delle relazioni sindacali;
  •  Diminuzione delle assenze per malattia;
  •  Diminuzione degli infortuni;
  •  Diminuzione del turnover del personale;
  •  Diminuzione degli oneri previdenziali e assistenziali;
  •  Miglioramento della qualità;

e quindi di raccogliere i

Vantaggi di una buona valutazione del rischio stress lavoro-correlato:

  •  Aumento della produttività;
  •  Maggiore disponibilità del personale nei confronti delle esigenze aziendali;
  •  Diminuzione dei costi per il personale in generale;
  •  Riduzione del contenzioso;
  •  Diminuzione delle ore non lavorate;
GMT Consulting, mette a disposizione delle Aziende la propria professionalità ed esperienza per la valutazione di questo rischio molto particolare e così diverso da tutti gli altri.
Sapremo calarci nella Vostra realtà, capire il Vostro punto di vista, e individuare le soluzioni più adatte alla Vostra specifica Impresa, per conciliare rispetto delle normative, sicurezza e lavoro, con investimenti ragionevoli e modulati secondo il Vostro budget.

 
l'Inail ha pubblicato sua nuova linea guida, sempre sotto forma di Manuale operativo, che, pur non modificando la vecchia metodologia ne aggiorna i risultati fin qui raccolti, illustrando le principali novità emerse da numerose attività di ricerca svolte da diversi Enti in materia di stress lavoro correlato.
Alla luce dell'applicazione nel tempo del modello di valutazione INAIL per lo stress, che ricordiamo è stato elaborato e pubblicato 6 anni fa, e grazie alla metodologia di analisi seguita da molte aziende presenti in tutto il territorio è stato possibile integrare i punti critici e i risultati emersi, con l'unica finalità di migliorare e perfezionare le azioni preventive da mettere in campo negli anni a venire.
Scaricate a tal proposito la Linee Guida-Manuale INAIL stress edizione 2017 aggiornata, in formato PDF.

INDICAZIONI PER LA CORRETTA GESTIONE DEL RISCHIO E L’ATTIVITÀ DI VIGILANZA GENNAIO 2012
A poco più di un anno dalla lettera circolare del 18/11/2010 del Ministero, il Coordinamento Tecnico Interregionale della Prevenzione nei Luoghi di Lavoro fa il punto della situazione, rispondendo alle più comuni domande e fornendo indicazioni per l’operato degli organi di vigilanza. Scaricate le Indicazioni in formato PDF.
Consultate il testo integrale in PDF della risposta all'interpello n°5/2012 da parte del Ministero del Lavoro del 15/11/2012 ad un quesito sull'applicazione immediata delle misure correttive.
 
Richiedeteci un preventivo personalizzato senza impegno, o contattateci per avere maggiori informazioni.

Visitate la nostra pagina dedicata alla consulenza e servizi sulla sicurezza sul lavoro D.lgs. 81/08 (ex 626) Risorse esterne utili: INAILMinistero del Lavoro