Sistema di Autocontrollo dell'Igiene Alimentare

consulenza HACCP manuale autocontrollo MilanoUna corretta igiene alimentare, che oggi in un paese come l'Italia è considerata tanto importante quanto assolutamente garantita, è la condizione entro la quale il consumo di alimenti e bevande non costituisce veicolo per l'introduzione di quantità rilevanti di microorganismi dannosi, o sostanze inquinanti, e quindi in definitiva non costituisce un pericolo per la salute.
Per garantire tale risultato, tutti i soggetti coinvolti nella catena alimentare, dai produttori all'ultimo rivenditore (i c.d. OSA, Operatori del Sistema Alimentare) sono chiamati a rispettare specifiche normative, e principalmente il Reg. Ce 852/2004, il D.lgs. 155/97, Legge di riferimento che prevede l'adozione di un sistema di autocontrollo dell'igiene alimentare, conosciuto anche da noi con l'acronimo inglese HACCP, e infine le norme di carattere regionale, che diversificano la disciplina rispetto agli adempimenti stabiliti su base nazionale.
 
Esistono inoltre normative tecniche di riferimento, di applicazione volontaria per l'industria alimentare, principalmente la norma ISO 22000 – 2005.

Il sistema HACCP cioè “Hazard Analysis and Critical Control Point” è stato elaborato dallo statunitense National Advisory Committee on Microbiological Criteria for Foods, ed è fondato su sette punti:

  •  analisi dei pericoli
  •  individuazione dei punti critici dei processi produttivi in cui sono presenti dei rischi (CCP)
  •  valutazione e definizione del valori limite entro cui ogni CCP può ritenersi accettabile
  •  progettazione di un sistema di monitoraggio dei CCP
  •  definizione delle azioni da intraprendere in caso di mancato controllo di un CCP
  •  elaborazione di un piano di monitoraggio dell'efficacia del sistema HACCP
  •  definizione della documentazione di sistema
Il sistema sopra descritto viene redatto creando così il manuale HACCP, che diventa lo strumento operativo obbligatorio dell'attività.
consulenza manuale autocontrollo HACCP Milano


Adempimenti igiene alimentare - HACCP

Gli adempimenti per l'autocontrollo dell'igiene alimentare HACCP si possono sintetizzare quindi innanzitutto nella attenta valutazione dei rischi, nello studio ed applicazione continua del sistema attraverso il manuale HACCP.
Perchè l'intero sistema possa funzionare, è necessario ed obbligatorio che il personale addetto alla somministrazione o manipolazione di alimenti e bevande riceva una adeguata formazione, in parte di tipo generale sull'importanza della sicurezza e igiene alimentare e sui principi fondamentali su cui si basa ogni sistema di autocontrollo, e in parte specifica, basata sulle attività tipiche normalmente svolte durante il lavoro, ciascuno nelle proprie mansioni.
 
GMT Consulting è in grado di assistervi con un servizio completo in tema di sicurezza alimentare, mettendovi in grado di iniziare la vostra attività velocemente fornendovi:

  • Manuale HACCP per la tipologia di attività e personalizzato per la Vostra Azienda
  • Attestato che dichiara che la vostra attività adotta un sistema di autocontrolloHACCP conforme al Regolamento CEE 852/2004 e ai principi del National Advisory Committee on Microbiological Criteria for Foods
  • Formazione del personale, di base o come aggiornamento periodico obbligatorio, con rilascio di attestati HACCP individuali per ciascun lavoratore
A tutti i nostri clienti forniamo gratuitamente un servizio di aggiornamento normativo, informandoli tempestivamente di eventuali modifiche dileggi e regolamenti HACCP, ma anche di eventuali modifiche negli orientamenti degli organi di vigilanza che effettuano i controlli negli esercizi.
 

Quali sono le sanzioni in caso di violazioni in materia di HACCP?

Proprio perché la sicurezza e l'igiene alimentare sono così importanti e garantite, il rispetto delle regole è oggetto di severi e frequenti controlli da parte della Autorità competenti, con sanzioni piuttosto pesanti, anche solo per la mera violazione, senza che da ciò siano derivate delle conseguenze dannose per alcuno.
la mancanza di un sistema di autocontrollo efficace, può esporre il titolare di un'attività ad una sanzione che parte da 1000 e può arrivare fino a 6000 Euro. Nei casi più gravi, può essere disposta anche la chiusura o la limitazione dell'attività, e in caso di danni a terzi (es. intossicazione di uno o più clienti), il titolare andrebbe incontro anche a tutte le conseguenze civili e penali del caso.
 
Visitate la nostra sezione formazione per un quadro più completo.
Richiedeteci un preventivo personalizzato senza impegno via e-mail, riceverete una risposta in tempi rapidissimi, al massimo 24 ore!