Responsabilità del Datore di Lavoro sulla sicurezza

DOMANDA: Il Datore di Lavoro è considerato esente da responsabilità se dimostra di aver messo il lavoratore nelle condizioni di lavorare in sicurezza, provando di aver fornito formazione e informazione, DPI con attestati, moduli firmati, ecc.? In altre parole, un lavoratore, in quanto persona adulta, informata e formata, può decidere della propria sicurezza assumendosene la responsabilità?

NO, l'incolumità del lavoratore è un bene considerato “indisponibile” dal ns. ordinamento, l'interessato non può cioè disporne liberamente, ad esempio rinunciandovi del tutto o in parte (es. non indossando i DPI).

Il Datore di Lavoro quindi, anche ovviamente attraverso Delegati, Dirigenti e Preposti, deve fare tutto il necessario per far sì che il lavoratore operi effettivamente in sicurezza, verificando “senza soluzione di continuità” che vengano rispettate norme, procedure, indossati DPI, ecc. e adottando gli opportuni provvedimenti, anche con sanzioni disciplinari, in caso di violazioni.

La Corte di Cassazione, più volte intervenuta sul punto per valutare la posizione di Datori di Lavoro ma anche di preposti e dirigenti, oltreché dei lavoratori stessi inadempienti, si è espressa senza incertezze sul sulla questione, adottando criteri alquanto severi.

Visitate la nostra pagina servizi di consulenza in materia di sicurezza sul lavoro all'interno dell'area QSA