News GMT Consulting

16/10/2018: Opuscoli Tecnici per lavoratori di cantieri temporanei o mobili

Inail pubblica otto quaderni per migliorare la sicurezza e la prevenzione contro i rischi professionali


 Pubblicati dall’Inail Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici; nr.8 Quaderni Tecnici per cantieri temporanei o mobili, con l’obiettivo di migliorare la sicurezza all’interno di tali cantieri.

Rivolti a chi opera nell’ambito dei cantieri temporanei o mobili sono utili all’informazione e formazione dei lavoratori di piccole e medie imprese.

I Quaderni tecnici forniscono informative basate su circolari, leggi, linee guida e norme tecniche.

Fini all’individuazione e perfezionamento del metodo operativo delle misure di prevenzione contro i rischi professionali.

Di seguito trovate elencate le pubblicazioni dei Quaderni Tecnici Inail, fruibili facilmente online :
  1. Ancoraggi utilizzati per collegare i dispositivi di protezione, sia individuale che collettiva, le attrezzature di lavoro per garantirne la stabilità e il vincolo alla struttura di supporto.
    Impiegati anche nei sistemi di accesso alle coperture, possono essere di tipo permanente o non.
  2. Parapetti provvisori usati per ridurre gli effetti di una possibile caduta dall’alto, ove la norma tecnica di prodotto UNI EN 13374:2013 relaziona i requisiti prestazionali e geometrici con quelli relativi alla superficie di lavoro (pendenza e l’altezza di caduta).

  3. Ponteggi fissi utilizzati anche come sistemi di protezione collettiva per i lavoratori che effettuano attività in copertura.
    Da preferire i modelli con telaio parapetto con montaggio dal basso che garantiscono una maggiore sicurezza riducendo la possibilità di caduta dall’alto in fase di montaggio e smontaggio.

  4. Reti di sicurezza fini alla riduzione degli effetti di possibile caduta dall’alto con vantaggi di questo tipo di protezione collettiva legati alla facilità di posa e alle ridotte azioni sul corpo che il lavoratore subisce in caso di caduta.

  5. Scale portatili adottate come mezzo di accesso e lavoro, sono utilizzate, come posto di lavoro in quota solo ove usando altre attrezzature, considerate più sicure, non siano giustificate dal limitato livello di rischio o della breve durata del lavoro.

  6. Sistemi di protezione degli scavi a cielo aperto realizzati in cantiere o prodotti in fabbrica. Per i sistemi prefabbricati sono da seguire le indicazioni contenute nel libretto di uso e manutenzione del fabbricante; per quelli in cantiere devono essere soggetti a regolare manutenzione e controllo visivo, prima della messa in opera.

  7. Sistemi di protezione individuale dalle cadute utilizzati durante l’esecuzione di attività in quota, dove a seguito della valutazione dei rischi le procedure di lavoro dell’azienda che effettua l’attività e l’adozione di dispositivi di protezione collettivo non permettono di ridurre a livello accettabile i rischi specifici, sono quindi in questo caso indispensabili.

  8. Trabattelli usati ove la necessità di spostarsi rapidamente nel luogo di lavoro è da eseguire per attività ad altezze non elevate.
    Il datore di lavoro in questo caso sceglie il trabattello più idoneo al lavoro da eseguire ed alle sollecitazioni prevedibili successivamente ad uno serie di considerazioni.

Vi invitiamo a leggere i documenti Inail, che sono sviluppati in modo conciso e che forniscono un notevole aiuto per la valutazione dei rischi da parte dei lavoratori di cantieri temporanei o mobili.


Tutte le news

Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'